ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE "M. MONTANARI"

Via Aquileia, 31 - RAVENNA
Tel. 0544/421124 fax 0544/423910

E-mail: mmmont@racine.ra.it


PIANO OFFERTA FORMATIVA A.S. 2001/2002

 

Sommario

Premessa: l’Istituto comprensivo Mario Montanari

Organigramma dell'Istituto

1) Analisi del territorio

2) Dati della popolazione scolastica

3) Risorse dell'istituto

4) Finalità, obiettivi generali, educativi e didattici

5) Modalità organizzative

6) Continuità

7) Accoglienza

8) Orientamento

9) Iniziative di sostegno e recupero

10) Progetti per l'arricchimento dell'offerta formativa

11) Attività in collaborazione con personale ed enti esterni

12) Formazione ed aggiornamento

13) Valutazione

Elenco degli allegati

 

Premessa: l’Istituto comprensivo Mario Montanari

L'Istituto Comprensivo Mario Montanari è stato costituito a partire dal 1 settembre 2000 con l’unione della scuola materna "Imparo giocando" (Lido Adriano); delle elementari Pasini (Ravenna), Cavina (Porto Fuori), Iqbal Masih (Lido Adriano) e della scuola media Mario Montanari di Ravenna.

 

1. Analisi del territorio

L'utenza dell'Istituto è costituita principalmente da alunni residenti nell'ex quartiere Darsena (oggi parte delle terza circoscrizione), e in due sobborghi, Porto Fuori e Lido Adriano, disgiunti dal nucleo urbano della città.

Il quartiere Darsena, sorto negli anni Cinquanta, originariamente in una zona periferica, è un insediamento caratterizzato da grandi condomini occupati soprattutto dal primo flusso migratorio che ha interessato la città di Ravenna negli anni Cinquanta. Rappresenta ormai una zona urbana pienamente integrata nel contesto cittadino, facilmente collegata al centro, dotata di qualche area verde e di alcuni luoghi di aggregazione giovanile (sportivi, sociali, parrocchiali). La sua composizione sociale è assai eterogenea, anche se tendenzialmente popolare, e con una discreta presenza di popolazione di recente immigrazione.

Porto Fuori è un agglomerato extraurbano nelle immediate vicinanze della città. Ha visto negli ultimi anni un notevole aumento delle costruzioni private ed un consistente incremento della popolazione, cui non ha corrisposto un'adeguata offerta di strutture culturali e luoghi di ritrovo adatti ai giovani. Solo negli ultimi tempi si è potuto riscontrare un maggiore attivismo da parte della parrocchia, che comincia a conseguire qualche risultato.

Lido Adriano è situato a circa 10 Km dalla città, sul litorale. Nato come residenza estiva di ravennati, è divenuto, con il trascorrere del tempo, sede abitativa di persone immigrate alla ricerca di un posto di lavoro. In pochi anni la popolazione è notevolmente aumentata: a famiglie residenti qui da anni se ne sono aggiunte altre provenienti sia da varie regioni italiane sia da paesi esteri. La circoscrizione del mare, in collaborazione con il centro per le famiglie e la pro-loco, negli ultimi anni ha dato un notevole impulso per il miglioramento delle offerte che il territorio poteva fornire agli utenti. Si sono creati gruppi musicali, società sportive e "contenitori pomeridiani", anche proposti dalla scuola, luoghi di aggregazione per giovani. Inoltre, ultimamente l’apertura di un apposito centro sociale ha contribuito a migliorare la qualità della vita della popolazione anziana. Rimane in particolare di difficile soluzione il problema dell’integrazione dei ragazzi provenienti da contesti culturalmente lontani ed appartenenti a fasce sociali differenti.

Per rispondere positivamente ai diversi bisogni ed adeguarsi alla personalità di ogni ragazzo è perciò necessario differenziare ed ampliare l'offerta formativa, prefigurando una ricca gamma di proposte che, pur nella solidità e chiarezza del percorso culturale, offra una gamma di curricoli duttili ed aperti, capaci di mettere al centro dell’azione didattica l'alunno e la sua individualità.

 

2) Dati della popolazione scolastica

Totale alunni: 1042

Scuola materna "Imparo giocando" (Lido Adriano)

Sezione 1 n. 25

Sezione 2 n. 28

Sezione 3 n. 28

Sezione 4 n. 28

Totale n. 109

Scuola elementare Pasini (Ravenna)

Classi prime n. 36

Classi seconde n. 48

Classi terze n. 36

Classi quarte n. 60

Classi quinte n. 43

Totale n. 223

Scuola elementare Cavina (Porto Fuori)

Classi prime n. 39

Classi seconde n. 36

Classi terze n. 42

Classi quarte n. 32

Classi quinte n. 34

Totale n. 183

Scuola elementare Iqbal Masih (Lido Adriano)

Classi prime n. 34

Classi seconde n. 50

Classi terze n. 47

Classi quarte n. 45

Classi quinte n. 45

Totale n. 221

Scuola Media Montanari

Classi prime n. 102 (t. normale n. 40 t. prolungato n. 17 biling. n. 45)

Classi seconde n. 96 (t. normale n. 41 t. prolungato n. 20 biling. n. 42)

Classi terze n. 104 (t. normale n. 43 t. prolungato n. 18 biling. n. 40)

Totale n. 306

 

3) Risorse dell'Istituto

Personale

Dirigente scolastico

Direttore dei servizi generali e amministrativi

6 assistenti amministrativi

 

Scuola materna "Imparo giocando" (Lido Adriano)

9 insegnanti

1 insegnante di religione

5 collaboratori scolastici

Scuola elementare Pasini (Ravenna)

26 insegnanti di classe

1 insegnante di lingua

1 insegnante di religione

2 educatori

7 collaboratori scolastici

Scuola elementare Cavina (Porto Fuori)

21 insegnanti di classe

1 insegnante di lingua

1 insegnante di religione

2 educatori

1 esperto di educazione motoria (volontario)

5 collaboratori scolastici

 

Scuola elementare Iqbal Masih (Lido Adriano)

21 insegnanti di classe

1 insegnante di lingua

2 insegnanti di religione

2 educatori

5 collaboratori scolastici

Scuola Media Montanari

42 Insegnanti

3 Educatori

9 Collaboratori scolastici

 

Spazi

Scuola materna "Imparo giocando" (Lido Adriano)

4 aule

1 salone strutturato con macrostruttura di legno (palestrina)

1 locale adibito a biblioteca

1 locale adibito a laboratorio

1 spazio per lo smistamento dei pasti

cortile

Scuola elementare Pasini (Ravenna)

11 aule adibite a sezioni con relativi servizi

1 aula di informatica

1 aula artistico-musicale-teatrale

1 aula per laboratorio scientifico

1 aula per laboratorio multietnico

1 aula strumenti audiovisivi

1 aula di psicomotricità

1 aula per alunni portatori di handicap

1 aula lingua inglese

1 biblioteca alunni

1 biblioteca insegnanti

1 aula per laboratorio di lettura per il primo ciclo

area cortilizia per giochi ed attività sportive

 

Scuola elementare Cavina (Porto Fuori)

10 aule

1 laboratorio psicomotricità

1 laboratorio inglese ed informatica

1 palestra

Scuola elementare Iqbal Masih (Lido Adriano)

10 aule

1 aula -acquario
1 laboratorio di informatica-biblioteca
1 aula- psicomotricità

cortile

Scuola Media Montanari

15 aule

laboratorio di ceramica

due laboratori informatici

due laboratori di educazione artistica

laboratorio scientifico

laboratorio tecnico

laboratorio musicale

aula speciale per l'inglese

aula speciale per musica

aula speciale per religione

due aule speciali dotate di strumenti audiovisivi

aule attrezzate per gli alunni portatori di HK

aule per lezioni a classi aperte o in contemporaneità

biblioteca

teatro

archivio teatrale e deposito scenografie

cucina

due palestre

ampia area circostante la scuola utilizzabile per giochi ed attività sportive.

 

Servizio mensa

Le scuole Pasini, Cavina, Iqbal Masih sono dotate di una mensa propria e di una cucina che permette la preparazione dei pasti in loco. La cucina del plesso Iqbal Masih serve anche la vicina scuola materna. La scuola media Montanari usufruisce della mensa del plesso Pasini.

 

4) Finalità, obiettivi generali, educativi e didattici

Finalità

1) Elevare il livello di educazione e di istruzione personale

2) Potenziare la capacità di partecipare ai valori della cultura, della civiltà e della convivenza sociale

Obiettivi generali

1) Qualificare l'offerta formativa dell'Istituto utilizzando al meglio le risorse interne e territoriali in una logica che abbia al suo centro la scuola pubblica

2) Garantire la qualità, l'organicità e l'unitarietà del percorso formativo nell'intero arco della scuola di base e dell'infanzia

3) Migliorare negli allievi la motivazione, l'integrazione e la collaborazione

4) Migliorare nei docenti la capacità di progettare, valutare e documentare i processi didattici

5) Coinvolgere maggiormente le famiglie nel processo formativo

Obiettivi socio-affettivi

1) favorire un clima di serenità e benessere generale

2) migliorare l'integrazione e la solidarietà tra alunni provenienti dalle più diverse parti d'Italia (o dall'estero)

3) favorire forme di aggregazione e partecipazione a gruppi di lavoro anche extrascolastici

4) evitare che gli alunni abbiano una ricezione passiva e acritica dei modelli negativi della società, veicolati anche dalla TV:

5) migliorare la diffusione e l'interiorizzazione di valori sociali e civili;

6) contrastare la violenza fisica, i soprusi, l'emarginazione;

7) migliorare la consapevolezza di sé e la capacità di relazionarsi positivamente con compagni ed adulti;

Obiettivi cognitivi

1) sviluppare la capacità di comprensione dei messaggi verbali e non verbali

2) sviluppare le capacità linguistico-espressive e di calcolo

3) sviluppare le capacità logiche, critiche, operative

4) sviluppare le capacità motorie

5) ampliare le conoscenze

6) sviluppare le competenze metodologiche

 

5) Modalità organizzative

Scuola materna "Imparo giocando" (Lido Adriano)

La scuola è costituita da 4 sezioni composte di 109 bambini.

A partire dall'anno scolastico 2001/2002 le sezioni saranno organizzate per età omogenee, in quanto il team docente vuole privilegiare le particolari esigenze affettivo-emotivo-cognitive delle diverse età. L’intervento del docente potrà così adeguarsi meglio ai bisogni dei bimbi, proponendo una programmazione adeguata alle motivazioni, facendo particolare attenzione alla coincidenza delle sequenze di apprendimento. Per privilegiare l’aspetto sociale sono comunque previsti, durante le attività di laboratorio, dei gruppi eterogenei per età dove l’intervento del docente dovrà facilitare lo scambio fra i bambini improntando la programmazione sul tutoraggio

Coloro che desiderano possono consumare il pranzo a scuola. In caso contrario possono uscire dalle ore 11.45 e rientrare entro le ore 14.00

 

Scuola elementare

Le scuole elementari funzionano sia a modulo che a tempo pieno.

Classi a modulo:

dal lunedì al sabato dalle ore 8.30 alle ore 12.30

Per le classi 1e e 2e è previsto un rientro pomeridiano, per le classi 3e, 4e, 5e due rientri pomeridiani

Classi a tempo pieno

dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 16.30

Nei plessi Cavina ed Iqbal Masih è previsto l'insegnamento della lingua inglese a partire dalla classe prima, nel plesso Pasini dalla classe terza.

In tutte le classi vengono attivati laboratori a classi aperte con insegnanti in compresenza una volta la settimana.

È possibile richiedere al Comune i servizi pre e post scuola.

Laboratori e microlaboratori

Accanto ad attività di sezione, che propongono una programmazione mediatrice fra i programmi ministeriali ed i saperi, le potenzialità, le risorse dei bambini, in tutti i plessi vengono attivati i cosiddetti "laboratori e microlaboratori". Si tratta di momenti in cui le classi vengono aperte, gli alunni divisi in piccoli gruppi per seguire i progetti di lavoro manuale, di psicomotricità, di drammatizzazione, di ideazione e invenzione di storie, oltre ad attività di recupero didattico mirato.

Gli insegnanti sfruttano per far questo tutte le ore di compresenza e si avvalgono anche dell'aiuto di educatori messi a disposizione dall'ente locale.

 

Scuola Media Montanari

La scuola media prevede tre differenti tipologie di corsi, con diversa organizzazione del tempo-scuola: tempo normale, bilinguismo e tempo prolungato. Nel presente anno scolastico si è deliberato di sperimentare una flessibilizzazione dell'orario scolastico, con la riduzione dell'unità oraria a 55 minuti. Per le sei classi a tempo normale sono previste sei unità orarie di lezione nei giorni di martedì e venerdì, cinque unità orarie negli altri giorni; per le sei classi di bilinguismo e le tre a tempo prolungato, sei unità orarie il lunedì, martedì, mercoledì e venerdì, cinque gli altri giorni. Per le classi a tempo prolungato è inoltre previsto un rientro pomeridiano il martedì, di tre unità orarie. In tre distinti momenti dell'anno (15 novembre-13 dicembre, 7 febbraio-7 marzo, 14 marzo-18 aprile) saranno attivati i seguenti laboratori pomeridiani:

classi prime:

1) Giochi linguistici

2) Scrittura creativa

3) Attività sportiva

4) Costruzione di un teatrino

5) Laboratorio scientifico

classi seconde

1) Gioco degli scacchi

2) Laboratorio scientifico

3) Ravenna e le sue tradizioni

4) Pittura su stoffa

5) Informatica

classi terze

1) Cinema di fantascienza

2) Musica

3) Lingue 2000

4) Informatica

La nuova organizzazione del tempo scuola, oltre a consentire una più ricca offerta formativa, permette di rispondere a tre esigenze evidenziate negli anni passati: in primo luogo diminuire il numero dei rientri pomeridiani, ovviando così al problema delle numerose assenze effettuate dagli alunni in quelle fasce orarie; offrire agli alunni laboratori operativi che permettano di valorizzare capacità e attitudini altrimenti trascurate; permettere anche nei corsi di tempo normale e di bilinguismo una disponibilità di unità orarie con insegnanti in compresenza per interventi di recupero/sviluppo. La pianificazione particolareggiata dell'organizzazione oraria e dei laboratori pomeridiani si può vedere in allegato.

L'attività didattica prevede, oltre alle ore di lezione frontali a classe intera, una articolazione flessibile del gruppo classe , anche con interventi a ‘classi aperte’, per favorire l'individualizzazione dell'insegnamento.

 

6) Continuità

Sono state avviate iniziative di continuità tra le scuole dei diversi ordini, con le seguenti finalità:

- conoscenza degli alunni delle future prime (elementari e medie)

- confronto relativo a obiettivi, contenuti, metodologie

Si sono programmati incontri tra gli insegnanti delle classi ponte (terzo anno della scuola materna e prima elementare, quinta elementare e prima media) per la programmazione di un percorso di lavoro comune e a classi aperte per:

- agevolare il passaggio da un ordine di scuola all'altro

- far conoscere ai bambini il futuro ambiente scolastico

- creare aspettative positive nei confronti della nuova scuola

- favorire un inserimento sereno e consapevole

- consolidare i rapporti di collaborazione tra gli insegnanti delle diverse scuole

 

7) Accoglienza

Il progetto accoglienza si propone di:

- rimuovere il disorientamento iniziale degli studenti e favorire l'inserimento nella nuova scuola

- far conoscere spazi, strutture, regolamenti, organizzazione della scuola

- favorire la conoscenza reciproca degli alunni

- far emergere ansie e paure nel tentativo di dominarle e superarle

- acquisire gli elementi utili all'individuazione dei bisogni dei ragazzi

 

8) Orientamento

I docenti dei vari ordini di scuola promuoveranno con modalità adeguate all'età dei bambini, nell'ambito del loro interventi didattico:

- la conoscenza di sé

- la capacità relazionale

- la presa di coscienza della realtà sociale, ambientale e lavorativa del territorio

- l'acquisizione di solide competenze

- lo sviluppo della capacità decisionale

Nell'ultimo anno del percorso scolastico presso il nostro Istituto sono previsti

- interventi di operatori esterni specializzati, in collaborazione con Distretto

scolastico e Provincia (allargati alla classe seconda media)

- interventi di esperti dell’economia ravennate

- visita ad aziende del territorio, scelte dai Consigli di Classe

- stages presso gli istituti superiori presenti nel territorio

- visita all'Orientinfiera

- sportello per studenti e genitori (operatore della formazione professionale)

- analisi del volume Esplorando e informazioni sui vari istituti superiori e sulle loro iniziative di orientamento

- progetto di istruzione integrata di 80 ore per ragazzi quindicenni in difficoltà o a rischio di abbandono

Per i genitori della classe terza media saranno organizzati due incontri secondo il progetto "Genitori-incontro" (che si aggiungono a quelli tenuti in primavera, anticipando i tempi per stimolare l'interesse delle famiglie)

9) Iniziative di sostegno e recupero

Alunni portatori di handicap

L'Istituto ha costituito un gruppo di lavoro per l'integrazione con funzioni di programmazione dei P.D.F. e dei P.E.P., costituito dal dirigente scolastico, due insegnanti di sostegno, due insegnanti curriculari, due genitori degli alunni (uno dei quali genitore di un alunno portatore di handicap), un operatore socio-sanitario.

 

Linee portanti del progetto integrazione:

 

- raccordo con la Scuola Elementare e con la Scuola Superiore

- collaborazione con l’A.U.S.L, famiglie, strutture sociali, ecc.

- aggiornamento ricorrente degli insegnanti, in particolare di sostegno

- programmazione dei Consigli di Classe che permetta agli alunni portatori di handicap tempi sempre più lunghi di partecipazione effettiva alle lezioni (seppure con misurati livelli di difficoltà)

- realizzazione di un laboratorio di informatica per esercitazioni logiche, di videoscrittura, calcolo e disegno

- realizzazione di laboratori manipolativi: ceramica, fotografia, rilegatoria, uso del traforo, cucina, psicomotricità, nuoto e ippoterapia

- studio dell'ambiente

- uscite nel territorio per individuare e poter fruire dei servizi esistenti

- esercitazioni di educazione stradale

- attività finalizzate alla conoscenza di se stessi ed all'autovalutazione

- lavoro con la modalità delle classi aperte

- l’opportunità di dividere le classi in gruppi per permettere ai ragazzi di esprimersi secondo le proprie capacità e sperimentare l’apprendimento cooperativo

 

Alunni stranieri.

Il progetto alunni stranieri prevede interventi programmati dai consigli di classe ed esperti esterni. Quando è possibile si avvale della collaborazione di mediatori culturali per facilitare l'inserimento nel nuovo contesto scolastico e sociale degli alunni appena arrivati nel nostro paese. Primo obiettivo è quello di migliorare il grado di competenza linguistica e l'integrazione socio-culturale degli alunni e delle famiglie.

 

Iniziative di recupero

Per contrastare in modo efficace il disagio, il fenomeno degli abbandoni, delle ripetenze e delle frequenze saltuarie, sono stati potenziati i laboratori in orario scolastico ed anche in orario extra scolastico; situazioni in cui valorizzare le abilità operative; punti di ascolto per alunni e genitori, con la supervisione di uno psicologo; incontri con una insegnante psicopedagogista.

 

10) Progetti per l'arricchimento dell'offerta formativa

Nel corrente anno scolastico l’Istituto ha avviato una serie di progetti per arricchire e qualificare la propria offerta formativa, il cui elenco completo è consultabile in allegato al presente P.O.F. I progetti cercano innanzitutto di rispondere alle specifiche problematicità degli alunni ed insieme tendono ad attualizzare e rendere più incisivi i curricoli.

Gli ambiti tematici principali su cui sono stati orientati i progetti sono:

Espressività (musica, teatro, ceramica)

Educazione all’interculturalità

Educazione ambientale

Educazione scientifica

Educazione fisica

Informatica

Lingue straniere

 

Insegnamenti integrativi facoltativi pomeridiani

Corsi di informatica

Laboratori teatrali

Laboratori musicali

 

 

11) Attività in collaborazione con personale ed enti esterni

Come appare dai progetti allegati, l'istituto si avvale della collaborazione di numerosi enti esterni. In particolare prosegue un proficuo rapporto con le circoscrizioni, che mettono regolarmente a disposizione personale e risorse per iniziative comuni.

 

12) Formazione ed aggiornamento

Nell'ambito dell'attività di formazione ed aggiornamento del personale docente l'Istituto prevede nel corso dell'anno scolastico 2001-2002 le seguenti iniziative:

- Organizzazione di un corso di aggiornamento sul problema dei curricoli verticali.

- Organizzazione di un corso di informatica per docenti.

- Organizzazione di un corso di aggiornamento sulle dinamiche relazionali alunno/genitore/scuola

 

13) Valutazione

 

Valutazione del percorso formativo degli alunni

All'inizio dell'anno scolastico, gli insegnanti delle scuole elementari e della scuola media esaminano le schede degli alunni ed incontrano i colleghi dell'ordine scolastico precedente, scelgono e propongono alcune prove d'ingresso per valutare la situazione di partenza. In base ai risultati si stabilisce la divisione in fasce di livello della scolaresca e le opportune attività di potenziamento, sostegno e recupero .

Alla fine di ogni quadrimestre si procede alla valutazione nelle singole discipline e alla stesura del giudizio globale. La valutazione finale è la risultanza delle valutazioni ricevute dall'alunno nel quadrimestre: prove scritte, orali e pratiche, e sistematica osservazione del comportamento.

Il giudizio globale dà una visione complessiva del ragazzo: tiene conto della situazione di partenza, esamina, valutandolo, il processo di apprendimento, formula un giudizio motivato circa il raggiungimento pieno o parziale degli obiettivi cognitivi e formativi, registra e mette in evidenza i progressi, si conclude con un giudizio sintetico che dà conto della preparazione globale raggiunta, sempre in relazione ai livelli di partenza.

I livelli di valutazione concordati dai docenti sono: ottimo, distinto, buono, sufficiente, non sufficiente.

Coerentemente con i fini istituzionali della scuola dell'obbligo ed il principio dell'individualizzazione dell'insegnamento, la valutazione egli alunni è innanzitutto formativa. Non fa riferimento a livelli predeterminati di profitto se non per acquisire informazioni utili a meglio calibrare l'iniziativa didattica e progettare i curricoli individuali.

 

Valutazione del P.O.F.

Il collegio dei docenti nelle sue diverse articolazioni compie un costante monitoraggio sull’attività della scuola per valutarne l’efficienza e l’efficacia. Al termine dell’anno scolastico i dati raccolti sono elaborati, discussi ed utilizzati come base per la valutazione del P.O.F. e per la messa a punto di quello successivo. Dei criteri, tempi e strumenti utilizzati si dà conto nell'apposito documento allegato, elaborato dal nucleo di autovalutazione delegato dal collegio dei docenti.

 

Elenco degli allegati:

- Organizzazione scolastica

- Progetti e scelte organizzative delle singole scuole

Materna "Imparo giocando" (Lido Adriano)

Elementare Pasini (Ravenna)

Elementare Cavina (Porto Fuori)

Elementare Iqbal Masih (Lido Adriano)

Media Mario Montanari (Ravenna)

- Valutazione