LA LEISHMANIOSI
origine - epidemiologia - sintomi - diffusione -terapia - protezione

ORIGINE

Sono malattie causate da alcune specie di un protozoo del genere leishmania. Si distinguono 3 forme cliniche diverse: leishmaniosi viscerale, leishmaniosi cutanea e leishmaniosi muscolo cutanea. Le manifestazioni dipendono tanto dalla specie infettate, quanto dalla risposta immunitaria del paziente.

 

Leishmaniosi cutanea
da Patologia infettiva dell'immigrato, Giovannini Caramello ed. Minerva medica

La leishmaniosi umana viene contratta per puntura dell'insetto (un dittero). Il decorso dell'infezione dipende dallo stato di immunità cellulare dell'ospite e dalla virulenza del parassita.

Leishmaniosi cutanea
da Patologia infettiva dell'immigrato, Giovannini Caramello ed. Minerva medica

 

 

Ciclo di riproduzione della leishmania nell’insetto e nell’uomo. 1) nell’insetto la leishmania entra in forma di promastigote; 2) quando viene inoculata nell’uomo penetra nei macrofagi e si presenta come amastigote; 3) nei macrofagi si divide per scissione binaria; 4) la cellula parassitata può andare incontro a lisi e invadere altri macrofagi dove si moltiplica ulteriormente per scissione binaria (5 e 6).

EPIDEMIOLOGIA

L'infezione viene trasmessa da ditteri del genere PHLEBOTOMUS nelle regioni mediterranee, africane ed asiatiche. Si tratta per lo più di zoonosi (malattia degli animali) delle quali l'uomo è ospite accidentale: cani, volpi, roditori, scimmie sono serbatoio dell' infezione.

 

da Patologia infettiva dell'immigrato, Giovannini Caramello ed. Minerva medica

SINTOMI

La leishmaniosi viscerale (o Kala-azar) - In questa forma le leishmanie vivono e si moltiplicano all'interno delle cellule mononucleate fagocitarie del SRE (Sistema reticolo endoteliale). L'incubazione, di durata variabile (3-8 mesi in media; estremi da 10 giorni a 2 anni), é seguita dalla fase di stato, caratterizzata da febbre, deperimento sino alla cachessia (stato di deperimento), marcata epatosplenomegalia, pancitopenia (anemia, leucemia e deficienza di piastrine), netto aumento delle gammaglobuline e della VES. L'anemia splenica infantile ha una elevata mortalità.

La leishmaniosi cutanea del vecchio mondo - Sotto questa definizione si distinguono una forma secca causata da L. tropica ed una forma umida o multipla causata da L. major e L. aethiopica. Dopo incubazione di 2 settimane (sino ad alcuni mesi), la lesione debutta come una papula nella sede di inoculazione. La papula ingrandisce, diviene crostosa e si ulcera. Le ulcere hanno bordi circolari ben definiti, rotondi ed arrossati; il fondo, granuleggiante, è poco approfondito. Talora si riscontra adenopatia satellite. L'evoluzione spontanea avviene nel volgere di un anno circa; all'ulcera subentra una zona di cute piatta, atrofica, depigmentata: la cicatrice può pertanto essere gravemente deturpante (Bottone d'oriente).

DIFFUSIONE

La leishmaniosi viscerale è presente nel bacino del Mediterraneo, in Medio Oriente, India, Asia centrale, Africa e America del sud. In Italia è più diffusa in Sicilia e nelle regioni centro-meridionali. La leishmaniosi cutanea del vecchio mondo è diffusa in Asia centrale, Iran, Medio Oriente, bacino del Mediterraneo, India e Africa.
La leishmaniosi cutanea del vecchio mondo e la leishmaniosi muscolo cutanea sono limitate all'America centrale e meridionale. Il Kala-azar indiano colpisce adulti e bambini in Asia e nell’Africa settentrionale; l’anemia splenica infantile è presente nel bacino del Mediterraneo, di preferenza fra i bambini; il Bottone d’oriente prende il nome dalla sua diffusione nelle aree tropicali orientali.


Aree di distribuzione delle infezioni da protozoi del genere Leishmania

 

 

da Scienze biologiche, Ed De Agostini  

Terapia

La diagnosi richiede biopsia o aspirato delle lesioni cutanee, del midollo osseo e dei linfonodi. La terapia si basa sulla somministrazione di preparati a base di sodio antimonio gluconato.

PROTEZIONE

Per proteggersi dagli insetti nocivi e vettori di malattie infettive è possibile ricorrere a farmaci e a precauzioni.