Le discariche

Le discariche si possono suddividere in 3 tipologie in base ai rifiuti che sono destinate a contenere.

Le discariche di prima categoria

Possono contenere i rifiuti RSU (rifiuti solidi urbani), cioè quelli indifferenziati che provengono dal cassonetto tradizionale, i rifiuti RSA (rifiuti assimilabili agli urbani) che derivano ad esempio dallo smantellamento di un divano e gli scarti della termovalorizzazione.

 

Le discariche di seconda categoria

Possono contenere rifiuti speciali, come i materiali da costruzione che non è stato possibile riciclare e rifiuti come la ceramica e i materiali tossici dopo essere stati trattati.

 

Le discariche di terza categoria

Qui vanno depositati i rifiuti pericolosi, provenienti sia dai RUP che dagli scarti di lavorazione di alcuni tipi di aziende. Considerando la pericolosità dei rifiuti in essa depositati, questo tipo di discarica deve avere specifiche norme di sicurezza. Le discariche di questa categoria sono in numero minore e hanno un’estensione più piccola rispetto alle altre perché la quantità di sostanze che devono contenere sono poche.