SCOPRI E CREA

LA MUSICA DEL LEGNO

Prendete un'assicella in legno che abbia circa le dimensioni di una riga. Praticate un foro a uno dei due capi e tramite quello legate all'asse una cordicella lunga circa 150 centimetri. All'aria aperta,tenete stretta l'estremità libera della corda e fate ruotare l'asse sopra la vostra testa. L'asse farà vibrare l'aria emettendo un suono singolare,che si farà più alto con l'aumentare della velocità.

IL "BASSO -CASSA"

Prendete una cassa in legno chiusa, un vecchio manico di scopa, una corda, un chiodo, un martello. Facendovi aiutare da un adulto, praticate un buco in un angolo del fondo della cassa e inseritevi il manico di scopa. Sull' angolo opposto piantate un chiodo e legate la corda in modo che colleghi il chiodo con la cima del manico di scopa. La cassa di legno funzionerà come cassa di risonanza. Più la corda è tesa, più pizzicandola otterrete toni alti; più è lenta, più i toni saranno profondi.

PRENDI L'IMPRONTA DEGLI ALBERI

Puoi ottenere "l’impronta digitale" di un albero usando alcuni fogli di carta, spilli e un pastello a cera. In una giornata solare, fissa il foglio sulla corteccia di un albero aiutandoti con gli spilli (occhio a non pungerti!). Poi strofina leggermente il pastello sulla superficie della carta: le parti in rilievo della corteccia appariranno colorate. Noterai così che alberi dello stesso tipo hanno la corteccia più liscia in giovane età e più ruvida con il crescere degli anni, proprio come succede agli uomini per le rughe!

COME MANGIANO GLI ALBERI

Tutte le piante sono esseri viventi. Per scoprirlo, prendi un gambo di sedano, un bicchiere d'acqua e poche gocce d’inchiostro blu. Immergi il gambo nel bicchiere con l’acqua colorata. Pochi minuti dopo, vedrai le foglioline diventare blu! In più, tagliando il gambo con un paio di forbici, vedrai l’acqua blu nei piccoli canali interni. Sono le nervature, i canali in cui scorre il nutrimento assorbito dalle radici e portato in alto, fino alla punta dei rami.

MANGIARE LA LUCE

Le piante hanno bisogno di luce per nutrirsi. Lo puoi sperimentare su una pianta in vaso. Taglia un foglio di alluminio e fissalo accuratamente su una foglia. Dopo una settimana, togli il foglio. Vedrai che la parte di foglia coperta è diventata molto pallida. Questo perché al buio non ha potuto nutrirsi.

MISURA CON LE OMBRE

Quanto è alto l’albero del tuo cortile? Per misurarlo senza usare la scala, prendi un bastoncino di un metro di lunghezza e un metro di fettuccia. In una giornata di sole, misura con il metro a fettuccia la lunghezza dell’ombra proiettata dall’albero e annotala in metri su un foglio. Poi pianta in terra il bastoncino e misura anche la sua ombra in metri. Ora dividi la prima misura per la seconda: otterrai così l’altezza dell’alberi in metri.